fbpx

Piccoli accorgimenti per affrontare i risvegli notturni e sconfiggere l’insonnia

Piccoli accorgimenti per affrontare i risvegli notturni e sconfiggere l’insonnia 1In studio ci capita spesso che le persone si lamentino dei continui risvegli notturni e della difficoltà di riaddormentarsi che gli impediscono di godersi un sonno lungo e ristoratore fino al mattino.

A volte vengono risvegliati dal bisogno fisiologico di andare in bagno, a volte dalla necessità di controllare se i figli piccoli siano coperti o dormano bene, a volte da un pensiero o una preoccupazione per ciò che dovranno fare il giorno successivo, a volte da un sogno agitato.

Se siete tra queste persone, indipendentemente dal motivo, potete mettere in opera alcuni piccoli accorgimenti per potervi riaddormentare serenamente e godervi il sonno fino al mattino.

Innanzitutto quando vi svegliate la notte, in un primo momento, siete ancora in una sorta di dormiveglia: bene, la prima accortezza è di rimanere in tale stato e non svegliarvi del tutto. Ecco le cose da fare e non fare:

  • NON accendete la luce; se vi dovete alzare, per qualsiasi motivo, fatelo muovendovi al semibuio (eventualmente posizionate strategicamente le lucine per dormire nel tragitto camera-corridoio-bagno). Muovetevi come se foste dei sonnambuli, aprite gli occhi il meno possibile;
  • NON guardate l’ora; sapere l’ora condiziona il resto della notte e può mettervi in ansia (la nemica numero 1 del sonno!). Se vi svegliate dopo poche ore dell’addormentamento può prendervi la paura di non riaddormentarvi più, se vi risvegliate a ridosso dell’orario in cui è puntata la sveglia potreste essere preoccupati perché vi è rimasto poco tempo per dormire. Sapere l’ora altera il vostro stato di dormiveglia;
  • vivete il risveglio come una buona notizia, esattamente come quando andavate a scuola e vi svegliavate la mattina della domenica scoprendo che potevate continuare a dormire ancora un po’: eravate felici di avere ancora altro tempo per dormire e ripiombavate nel sonno. Utilizzate lo stesso atteggiamento al risveglio notturno: “Che bello! Ho ancora altro tempo per dormire!”;
  • se non vi addormentate subito non preoccupatevi: il vostro corpo e la vostra mente, in quello stato di rilassamento, si riposano e si ricaricano comunque; esattamente come quando fate una passeggiata e a metà percorso vi prendete qualche minuto per riposare distesi all’ombra di un albero: in poco tempo il vostro corpo si ricarica e siete pronti per ripartire;
  • se a svegliarvi è un pensiero o una preoccupazione per qualcosa che dovete fare, scrivete la parola chiave di quel pensiero o preoccupazione su un taccuino o un foglio di carta che avete posizionato sul comodino prima di andare a dormire: sarà la prima cosa di cui vi occuperete al risveglio mattutino. Segnarvi un appunto sintetico rassicura la vostra mente perché la libera dall’ansia di dimenticarsi;
  • se la vostra mente è invasa da troppe preoccupazioni o pensieri, focalizzatevi sul vostro respiro: ogni volta che vi accorgete che la mente è distratta nuovamente, con delicatezza, riportate l’attenzione al respiro. Immaginate un tiro alla fune: quando l’attenzione pende verso i vostri pensieri rispostatela verso il respiro. Accadrà numerose volte e a un certo punto sarete talmente stanchi di spostare l’attenzione che verrà naturale addormentarsi;
  • se proprio vi sentite completamente svegli e vigili, alzatevi e fate qualcosa di positivo che vi piace (tranne attività con tablet, telefonino oppure di utile come una faccenda domestica o un compito che vi alleggerirà il programma della giornata successiva. Non appena sentite sonnolenza tornate a letto.

ipnosi insonnia non stop

E se tutto queste cose non funzionano, avviate myipnosi, andate alla sezione Supera l’insonnia e ascoltate l’ipnosi Non Stop! specificatamente finalizzata a eliminare i continui risvegli notturni e a ristabilire un sonno lungo, ininterrotto e ristoratore.

Possono trovare anche altre ipnosi che posso esservi di aiuto:

  • Lavagna nera: ipnosi finalizzata a imparare una tecnica efficace da utilizzare in fase di addormentamento per scivolare in un sonno ristoratore.
  • Passatempo: ipnosi finalizzata ad accorciare il tempo dell’addormentamento.
  • Scacciapensieri: ipnosi finalizzata ad alleviare il sovraccarico di preoccupazioni e gestirlo nel modo ottimale in modo da non interferire nella fase di addormentamento e durante il sonno.
  • Tira e molla: ipnosi finalizzata a eliminare la tensione muscolare che impedisce l’addormentamento e recuperare il rilassamento corporeo.
  • Dormiveglia: ipnosi finalizzata a superare la paura di non addormentarsi e ristabilire la naturalezza dell’addormentamento.
  • Come foglie sull’acqua: ipnosi finalizzata a liberarsi di tutti quei pensieri preoccupanti che allungano e ostacolano l’addormentamento.

Scegliete quelle che fanno al caso vostro. Se le utilizzate per addormentarvi, scegliete dal menù impostazioni l’opzione “Addormentati” così al termine dell’ascolto potete godervi il sonno fino al mattino.

  • Quali sono i motivi che vi risvegliano durante la notte?
  • Cosa vi impedisce di riaddormentarvi subito?
  • Voi cosa fate per riaddormentarvi? Quali sono le vostre strategie efficaci?

Lasciate la vostra risposta nei commenti, siamo curiosissimi! Vi risponderemo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest

Lascia un commento

Iscriviti a
Mondo Myipnosi

e avrai in regalo
MYPNOSI
MANUALE D'USO
tracce ipnotiche
e contenuti extra.
Gratuito

Articoli recenti

Articoli recenti

Contattaci

Iscrizione avvenuta con successo!

Per convalidare l’iscrizione clicca sul link del messaggio di conferma che ti è arrivato nella tua casella email ed entrerai nel mondo ipnotico di myipnosi!

Grazie mille! 

INDUZIONE

L’induzione è la fase di accompagnamento in uno stato ipnotico che, attraverso una combinazione di suggestioni, ti guida gradualmente in uno stato di rilassamento profondo che rende la mente più ricettiva. 

immagine-facebook-myipnosi_Tavola-disegno-1-copia.jpg