fbpx

Come superare la paura di parlare in pubblico con l’ipnosi

La paura di parlare in pubblico è un problema comune che affligge molte persone, causando ansia e stress quando devono esibirsi davanti a una platea più o meno grande. Questo articolo esplora le cause di questa paura, le tecniche per affrontarla e come l’ipnosi può essere un efficace strumento per superarla.

Cos’è la paura di parlare in pubblico e come si manifesta

paura di parlare in pubblico ragazza che parla di fronte a una plateaLa paura di parlare in pubblico, conosciuta anche come glossofobia, è un’ansia intensa e persistente di parlare di fronte a un gruppo di persone, indipendentemente dalla sua grandezza. La sua intensità può variare da un leggero nervosismo fino a un vero e proprio terrore che può paralizzare e impedire completamente di esporre il proprio discorso. Si manifesta attraverso sintomi fisici come sudorazione, tremori, palpitazioni, e sintomi psicologici come la perdita di concentrazione, la paura di essere giudicati e, in casi estremi, il panico che porta la persona ad agitarsi a tal punto da non riuscire più a parlare.  

Questa paura non si manifesta solo in prossimità dell’evento temuto, ma si sviluppa ancor prima attraverso l’ansia anticipatoria. Quest’ansia può presentarsi giorni, settimane o persino mesi prima di un discorso pubblico. Si presenta con sintomi come nervosismo, tensione muscolare, insonnia, difficoltà di concentrazione e pensieri ricorrenti e negativi riguardo alla situazione che dovrà affrontare. Questo tipo di ansia può essere debilitante, rendendo difficile per le persone concentrarsi e prepararsi adeguatamente per il loro discorso.

Questa combinazione di ansia anticipatoria e paura effettiva durante l’evento può influire negativamente sulla vita professionale e personale, impedendo alle persone di esporre le proprie idee e conoscenze e di mostrare le proprie competenze.

Quali sono le cause della paura di parlare in pubblico

Le cause della paura di parlare in pubblico possono variare da persona a persona, ma tra le più comuni troviamo:

      • Esperienze passate negative Se, ad esempio, una persona ha avuto una brutta esperienza durante una presentazione scolastica, dove si è dimenticata parte del suo discorso e ha notato che alcuni compagni ridevano sottovoce, questa esperienza negativa potrebbe condizionare negativamente le sue future esposizioni pubbliche creandole la paura i rivivere quell’imbarazzo e quella vergogna.

      • Paura del giudizio Se, ad esempio, una persona ha paura di essere giudicato male dai suoi colleghi durante le riunioni, questa preoccupazione può portarla ad evitare di intervenire. Anche se è molto preparata, teme che ogni minima esitazione o errore possa farla apparire incompetente: evita così di esibirsi incrementando però un circolo vizioso che va ad alimentare sempre più la sua ansia.

      • Perfezionismo Se, ad esempio, una persona si prepara meticolosamente per ogni discorso ma sente l’ansia di non riuscire a raggiungere lo standard di perfezione che si impone, questo perfezionismo può diventare paralizzante. Ogni volta che parla in pubblico, si sente sotto pressione, convinta che ogni piccolo errore possa compromettere la sua credibilità e reputazione professionale.

      • Insicurezza personale Se, ad esempio, una persona ha una bassa autostima nonostante le sue competenze, questa insicurezza personale può amplificare la sua paura di fallire di fronte agli altri. Dubita costantemente delle sue capacità e si sente inferiore, aumentando la sua paura di parlare in pubblico e rendendola reticente a esprimersi.

    Queste cause possono interagire tra loro, creando un ciclo di ansia e insicurezza che può essere difficile da scardinare senza interventi mirati come la psicoterapia, tecniche di rilassamento e, come vedremo tra breve, l’ipnosi.

    Tecniche e suggerimenti per affrontare la paura di parlare in pubblico

    Superare la paura di parlare in pubblico richiede pratica e strategie mirate. Ecco alcuni suggerimenti utili:

       

        • Preparazione: conoscere bene il proprio discorso e praticarlo più volte aumenta la fiducia. Tanto più sei preparato tanto meno sarà il livello di ansia. Perciò preparati accuratamente, magari scrivendo delle note o degli schemi che puoi utilizzare durante l’esposizione e che ti aiuteranno a tenere il filo del discorso.

        • Respirazione profonda: quando sei in ansia è attivo il tuo sistema nervoso autonomo simpatico che non puoi controllare direttamente attraverso il pensiero inviando messaggi rassicuranti come ad esempio “Calmati, non succede niente!”. Puoi però controllarlo indirettamente attraverso il respiro. Praticare la respirazione diaframmatica prima di affrontare la platea può ridurre significativamente l’ansia. Inspira profondamente attraverso il naso e espirare lentamente attraverso la bocca, questo ti aiuterà a regolare il ritmo cardiaco e a rilassare il corpo.

        • Visualizzazione positiva: immaginare se stessi mentre si parla con successo davanti al pubblico può essere molto efficace. Esercitati quindi a visualizzare il tuo discorso che procede senza intoppi, di sentirti calmo e sicuro durante l’esposizione e di ricevere feedback positivi dalla platea: questa visualizzazione, se ripetuta più volte, alimenta una mentalità positiva e riduce la paura.

        • Focalizzazione sul discorso: concentrati sul contenuto di ciò che devi dire piuttosto che sulla tua ansia. Pensare a quello che vuoi comunicare e a come il messaggio può essere utile e interessante per il pubblico, ti aiuta a spostare l’attenzione dalla tua paura al valore del tuo intervento.

        • Esperienza graduale: iniziare a parlare davanti a piccoli gruppi, magari di persone che conosci bene, e gradualmente aumenta il numero di spettatori. Questo approccio graduale ti aiuta a costruire la fiducia e, nel tempo, a ridurre la paura. Ogni esperienza positiva rinforza la tua autostima e la sicurezza nel parlare in pubblico.

        • Comunicare la propria emotività: prima di iniziare il discorso, può essere utile comunicare apertamente la tua emotività al pubblico. Dire qualcosa come “Scusatemi, sono emozionato e un po’ nervoso oggi, ma sono felice di essere qui” può creare un legame con chi ti ascolta facendo leva sulla sua empatia, che lo porterà a rassicurarti e a sostenerti in caso di difficoltà, riducendo in questo modo la pressione percepita e l’ansia da prestazione.

        • Cercare un volto amico: cerca tra il pubblico un volto amico o rassicurante e immagina di parlare solo a quella persona. Concentrati su chi mostra interesse e supporto attraverso il suo sguardo e la sua attenzione: questo renderà l’atmosfera più confortante e incoraggiante, riducendo così l’ansia.

        • Attribuire la giusta importanza: ridimensiona l’importanza e il significato dell’evento: non si tratta di un momento cruciale che definisce il tuo valore, ma una delle tante occasioni che hai nella tua vita professionale e personale per migliorare e imparare. Ricorda che un singolo discorso non determina il tuo successo complessivo e la tua realizzazione.

        • Permettersi di sbagliare: considera che gli errori fanno parte del processo di apprendimento; nessuno è perfetto, e sbagliare è umano. Concediti quindi la possibilità di commettere piccoli errori durante il tuo intervento, riconoscendo che ogni errore è un’opportunità per migliorare e un passo necessario per crescere e perfezionarti.

        • Prepararsi una frase di salvataggio: per affrontare un eventuale blocco o errore o défaillance durante il discorso preparati una frase autoironica da dire e a cui aggrapparti per superare il momento critico come ad esempio “Ecco, ve l’avevo detto che sono una persona emotiva. Faccio un bel respiro e riprendo!”. Questa frase ti aiuterà ad abbassare il livello di tensione, a riprendere il filo del discorso e a fare in modo che il pubblico simpatizzi con te, creando un’atmosfera di comprensione e sostegno.

        • Frequentare dei corsi: parlare in pubblico è un capacità che si acquisisce con la pratica. Se ritieni che la tua ansia sia determinata dal fatto di non averla esercitata finora o da un lato del tuto carattere tendenzialmente riservato, introverso e timido, può essere utile frequentare un corso di teatro o un corso specifico che ti permette di acquisire le competenze per parlare con spigliatezza di fronte a un platea.

      Se seguirai questi suggerimenti e ti eserciti, potrai scoprire grandi benefici nel gestire la paura di parlare in pubblico ma se vuoi rendere ancor più efficace l’intervento ti invito a utilizzare anche l’ipnosi.

      Come superare la paura di parlare in pubblico con l’ipnosi

      L’ipnosi rappresenta uno strumento potente per superare la paura di parlare in pubblico, in quanto interviene direttamente a livello subconscio per modificare la percezione che l’individuo ha di sé e delle proprie capacità, l’attivazione emozionale e quei circuiti neuronali che si attivano ogni volta che una persona deve affrontare l’evento temuto.

      A tal fine, abbiamo creato alcune tracce ipnotiche che ti possono essere di grande aiuto. Eccole.

          • Il flusso di parole.
            Si tratta di un’ipnosi finalizzata specificatamente a gestire e superare la paura di parlare in pubblico. L’ascolto di questa traccia può permetterti di rafforzare la fiducia in te stesso e di migliorare la tua capacità di gestire l’emotività in situazioni di esposizione pubblica, potenziando così un senso di sicurezza e serenità.

          • La respirazione diaframmatica
            Si tratta di un’ipnosi che ti insegna una respirazione consapevole e controllata per gestire l’attacco d’ansia e ristabilire l’equilibrio psicofisico. Ti permette di sviluppare la capacità di attivare a comando la respirazione diaframmatica ogni volta che ne hai bisogno quando senti l’ansia crescere riportando calma a tutto il sistema mente-corpo.

          • Il cestino magico
            Si tratta di un’ipnosi finalizzata a liberarti dai pensieri e dalle preoccupazioni che alimentano uno stato di ansia anticipatoria e una visione negativa del tuo futuro in cui accadono cose nefaste che non desideri.

          • L’albero dell’autostima
            Si tratta di un’ipnosi finalizzata a sviluppare o migliorare la tua sicurezza di base e sviluppare una sana autostima. Ciò ti permetterà di stemperare l’ansia, sentirti stabile, forte e in equilibrio in ogni evento della vita.

        Puoi trovare queste ipnosi nell’app myipnosi alle sezioni Gestisci le emozioni, Calma l’ansia e Migliora l’autostima.

         

        Come superare la paura di parlare in pubblico con l'ipnosi 1 Come superare la paura di parlare in pubblico con l'ipnosi 3 Come superare la paura di parlare in pubblico con l'ipnosi 5 Come superare la paura di parlare in pubblico con l'ipnosi 7

         

        Se vuoi approfondire leggi anche...

        Ti è piaciuto questo articolo?

        Condividi su Facebook
        Condividi su Twitter
        Condividi su Linkdin
        Condividi su Pinterest

        Lascia un commento

        Contattaci

        Iscrizione avvenuta con successo!

        Per convalidare l’iscrizione clicca sul link del messaggio di conferma che ti è arrivato nella tua casella email ed entrerai nel mondo ipnotico di myipnosi!

        Grazie mille! 

        INDUZIONE

        L’induzione è la fase di accompagnamento in uno stato ipnotico che, attraverso una combinazione di suggestioni, ti guida gradualmente in uno stato di rilassamento profondo che rende la mente più ricettiva. 

        immagine-facebook-myipnosi_Tavola-disegno-1-copia.jpg